Magazine

Lundquist Quarterly: ISSUE 1 – 2022 (Italian Edition)

La cultura è una delle maggiori risorse dell’Italia. Con 58 siti culturali e naturali designati dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, il potenziale è enorme.

Tuttavia, come viene spesso osservato, il Paese potrebbe fare molto di più per valorizzare e comunicare la propria ricchezza: arte, musei società ed enogastronomia. C’è ancora molto che i protagonisti del mondo della cultura italiana possono imparare dalle aziende e dai brand. A partire dalla costruzione di una narrazione più distintiva e la creazione di un prodotto più convincente e l’impegno per il territorio per affrontare i bisogni della società.

Vista con occhi diversi, la “cultura” rappresenta una risorsa importante anche per le aziende. La storia aziendale ma anche la cultura interna sono elementi importanti per affermare e comunicare un purpose e un’identità credibili. La cultura diventa quindi una mano invisibile che aiuta a guidare un’azienda verso il futuro grazie al legame con il passato.

In questo numero, consideriamo la cultura da diverse prospettive. In un’intervista esclusiva, scopriamo come il direttore museale James Bradburne ha rivoluzionato il ruolo della Pinacoteca di Brera di Milano per rispondere alle esigenze della comunità. Approfondiamo poi il modo in cui alcune delle più importanti aziende italiane comunicano il proprio patrimonio e il ruolo che ricoprono nella società anche grazie alle attività di musei e fondazioni.

 

Esploriamo anche il tema della cultura aziendale e consideriamo il cambiamento richiesto dall’interno per incorporare con successo la cultura della sostenibilità. L’anniversario dei 20 anni di Webranking in Italia ci porta a riconoscere il ruolo che la ricerca ha avuto nel creare una cultura di apertura e trasparenza nel nostro Paese.

Come di consueto vi portiamo approfondimenti unici sul mondo della comunicazione aziendale. Troverete una selezione di articoli internazionali che spaziano dal reporting, alla sostenibilità e ai social media e un dietro le quinte della cena di gala annuale di Lundquist.

Restate sintonizzati per saperne di più…

 

ISSUE 1 – 2022 Lundquist Quarterly (Italian Edition)

1. Paintings with purpose: culture and community as fuel for Italy’s future – by James Bradburne, Director, Pinacoteca di Brera 

How can a centuries-old art museum play an active role in a connected, diverse society? This is a question that British-Canadian Director, James Bradburne, asked himself as he took the helm of one of Italy’s most prestigious art museums. In this exclusive interview, Bradburne explains how the pandemic has helped transform the museum’s relationship with its community, the role of digital content in its business model and his mission to put purpose back into the Pinacoteca.

2. Why leaders ought to be more interested in historyScott Monty, Communication & Leadership Coach

Learning from history has never been so relevant as it is today. Historical understanding can help us avoid poor decisions made in the past. Quite simply, there is more certainty in history, because we already know what happened and what the outcomes are. We must understand this complex picture of the past in order to better meet the needs of the future.

3. Musei e aziende: comunicazioni a confronto – by Sara Rusconi, Content Strategist and Lundquist Partner

Comunicare la cultura e in particolare presentare un museo ha molti punti in comune con il comunicare un’impresa. In questo articolo offriamo alcuni spunti interessanti ai comunicatori aziendali che vogliono valorizzare il ruolo e la storia dell’impresa e ai professionisti museali che vogliono imparare dalle aziende.

4. Come Webranking ha creato una cultura di trasparenza – by Simona Ortelli, Director and Content Strategist, Lundquist

Nata a Stoccolma nel 1997 per monitorare la comunicazione corporate e finanziaria delle principali aziende europee, la ricerca Webranking ha avuto in Italia un ruolo più importante. Grazie ad essa abbiamo promosso la cultura della trasparenza, aiutando le aziende a dare un ordine di priorità alle informazioni, a misurare l’efficacia della propria comunicazione, a promuovere una maggiore cultura interna e ad aprirsi verso gli stakeholder internazionali.

5. Why culture is key for sustainability excellence – by James Osborne, Head of Sustainability, Lundquist

The sustainability manager is dead! Long live the sustainability manager! Why is culture so often overlooked as critical to sustainability leadership?

6. Essere accessibili adesso: un impegno che premia – Marco Stampa, IR & Corporate Web Manager, Mediobanca

L’accessibilità non è più una questione prettamente tecnica ma una vera e propria prerogativa per una comunicazione efficace e di valore: Andrea Borlengo di Lundquist ne ha parlato con Marco Battistello, IR & Corporate Web Manager di Mediobanca.

7. Seminario annuale Lundquist: l’ora del decluttering

Oltre 120 professionisti provenienti da cinquanta tra le maggiori aziende quotate e non quotate italiane hanno preso parte al nostro evento annuale che è stato aperto al mattino dal seminario sulle sfide della comunicazione e chiuso dalla cena di gala. L’appuntamento, si è svolto nella cornice scenografica del Museo Nazionale della Scienza e della tecnologia Leonardo Da Vinci.

8. The future of corporate reporting – by Barbara Zäch, Co-CEO of the Center for Corporate Reporting (CCR)

Sustainability, new regulations and digitalisation are changing the way in which companies address reporting. The methods chosen and subsequent communication must be targeted, transparent and speak to all stakeholders if they are to be effective and generate trust.

5. Environment vs. Economy – by Sasja Beslik, Senior Executive in Sustainable Finance and Author

Nata a Stoccolma nel 1997 per monitorare la comunicazione corporate e finanziaria delle principali aziende europee, la ricerca Webranking ha avuto in Italia un ruolo più importante. Grazie ad essa abbiamo promosso la cultura della trasparenza, aiutando le aziende a dare un ordine di priorità alle informazioni, a misurare l’efficacia della propria comunicazione, a promuovere una maggiore cultura interna e ad aprirsi verso gli stakeholder internazionali.

9. Is corporate purpose “next level bullshit?” – by Kai Rolker, Head Group Communications, Clariant

Purpose polarizes. “Is this next-level bullshit?”– this was the reaction of a friend when I told her about the fact that we at Clariant are in the process of developing a Purpose. I was a bit surprised because earlier a colleague had enthusiastically expressed his delight that we were “finally” developing a Purpose. This would allow us to be proud of our company again and look towards the future with optimism.

10. Pronto soccorso ESG – by Paolo Cominetti, Sustainability Consultant, Lundquist

ESG vince il titolo di “acronimo dell’anno”. Ma dal momento che è sulla bocca di tutti, il termine ESG rischia di seminare confusione, essere compreso male rispetto alla giungla di acronimi di sostenibilità. Forte della nostra lunga esperienza nell’interpretare le esigenze degli stakeholder corporate, eccoci con una nuova famiglia di prodotti per guidare le aziende verso una comunicazione ESG efficace.

11. CEO su Wikipedia: esser(ci) o non esser(ci)?by Daniele Righi, Senior Consultant, Lundquist

O forse dovremmo chiederci: si può davvero scegliere? E quanto tutto questo ha a che fare con la reputazione? Di seguito le risposte a queste domande e i risultati del nostro più recente studio sulla presenza dei CEO italiani sull’enciclopedia libera. 

12. How are the European pharma and biotech sectors addressing strategic communications? – by Rosanna Campbell-Gray, Consultant, Lundquist

Stakeholder expectations are high and, with all eyes on healthcare at the moment, it is essential for companies to go beyond generic commitments.